La Presidente nazionale ANPE in data odierna – 12/03/2021 – ha chiesto al Ministro del Lavoro e Politiche Sociali On. Andrea Orlando, la riapertura del Tavolo istituzionale sull’art. 12 della L. 328/2000, al fine di disciplinare le professionalità nel settore sociale che vive una molteplice frammentazione nelle competenze degli interventi con conseguente ricaduta di inefficacia degli stessi sui cittadini destinatari.

L’ANPE ha già partecipato a quel Tavolo istituzionale e all’intenso dibattito che si è sviluppato; alle audizioni svolte dall’apposita commissione istituita, alla Conferenza Nazionale del 2004 sulle professioni sociali promossa da ANCI, UPI, Legautonomie e Federsanità e altri organismi importanti del settore, contribuendo alla stesura della bozza Decreto Legge sulle Professioni Sociali e contribuendo alla stesura del Repertorio delle Professioni Sociali della Regione Marche.

Il Tavolo istituzionale è un primo passo per costruire uno scenario nazionale di tendenza per affrontare la frantumazione che caratterizza i tanti mercati del lavoro locali, e potrebbe meglio valorizzare le professionalità disseminate negli operatori attualmente occupati nei servizi, anche in quelli privi di qualifiche riconosciute.


Condividi