Pubblichiamo il link ad un articolo pubblicato sul quotidiano “Süddeutsche Zeitung” di Monaco di Baviera, contenente un’intervista alla Presidente ANPE Maria Angela Grassi.

Maria Angela Grassi, evidenzia la lunga pausa scolastica causata dall’emergenza Covid-19, ulteriormente allungata dalla lunga pausa estiva.

Ciò significa che se tutto funziona saranno trascorsi quasi sette mesi tra l’ultimo giorno di scuola prima dell’emergenza ed il primo giorno di scuola del nuovo anno scolastico: è un’eternità per i bambini.

Maria Angela Grassi, pedagogista e presidente Associazione Pedagogisti Italiani ANPE, afferma che la lunga chiusura della scuola ha ampliato le differenze esistenti tra gli studenti: “I bambini svantaggiati ora hanno ancora più difficoltà, molti addirittura regrediscono. Le famiglie sono state chiamate ad un grande impegno, ma mentre i genitori con buone condizioni economiche e sociali riescono a sostenere i loro figli nel loro sviluppo per molti altri quest’anno è un anno perduto. Ne è prova uno studio dell’Ospedale pediatrico Gaslini di Genova: il 65% dei bambini di età inferiore ai sei anni ha mostrato “problemi comportamentali e sintomi di regressione” durante il blocco.

Leggi l’articolo integrale (accetta la traduzione automatica se l’opzione è impostata sul proprio browser):


Condividi