Anpe Friuli Venezia Giulia - Appello: Liberiamo l'equipaggio della Savina Caylyn

Eugenio BonL’ANPE Friuli Venezia Giulia, unitamente a tutto il Direttivo Nazionale, lancia un appello per la liberazione del marittimo triestino Eugenio Bon, figlio di una nostra socia e collega, che insieme all’equipaggio della Savina Caylyn è nelle mani dei pirati somali dallo scorso febbraio.

Due cortei si sono svolti nei giorni scorsi rispettivamente a Roma e a Trieste per sensibilizzare istituzioni e opinione pubblica sulla drammatica vicenda che vede coinvolti cinque marinai italiani e 17 indiani. Drammatica è stata la telefonata che Eugenio Bon ha fatto al padre, pochi giorni fa, denunciando torture e condizioni di salute precarie.

Con la speranza che l’appello di familiari e conoscenti non cada invano e si giunga presto alla liberazione dell’intero personale della Savina Caylyn.

Chiediamo a tutti i soci ANPE ed ai pedagogistidi firmare la petizione che potete trovare anche su facebook "Pro Eugenio Bon - Liberiamo la Savina Caylyn".

GRAZIE

Condividi

Copyright ANPE - Tutti i contenuti sono di proprietà dell'ANPE, ne è vietata la riproduzione.

Designed by RC Service - Servizi Web