Login Registrazione
Sei qui: Albo interno > Regolamento esame di abilitazione

Regolamento esame di abilitazione

Regolamento recante le norme per l'iscrizione dei Soci aderenti
all'Albo Professionale Interno della Professione di Pedagogista dell'ANPE

Allegato alla delibera del C.D.N. del 24.03.2012


Art. 1

I Soci aderenti per essere iscritti all'Albo Professionale Interno della Professione di Pedagogista dell'ANPE devono superare una prova attitudinale.

Art. 2

Sono ammessi a sostenere la prova attitudinale di cui all'art. 1, i Soci aderenti in regola con il pagamento delle quote associative fino all'anno in corso che hanno compiuto un praticantato professionale post-lauream svolto in una o più delle seguenti condizioni:

  • Servizio di ruolo svolto presso Università o Istituzioni pubbliche o private, in attività per le quali è richiesto il diploma di laurea in Pedagogia o in Scienze dell'educazione quadriennale o laurea specialistica o magistrale di secondo livello in una delle classi di Scienze dell’Educazione per almeno un anno;
  • Servizio non di ruolo svolto anche per incarico presso le Università o Enti o Istituzioni pubbliche o private in attività per le quali è richiesto il diploma di laurea in Pedagogia o in Scienze dell'educazione quadriennale o laurea specialistica o magistrale di secondo livello in una delle classi di Scienze dell’Educazione per almeno un anno;
  • Tirocinio professionale post-laurea svolto in qualità di pedagogista, con la supervisione di un pedagogista, presso Università, Enti o Istituzioni pubbliche o private oppure presso studi professionali di pedagogisti iscritti all'Albo Professionale Interno della Professione di Pedagogista per un periodo di seicento (600) ore oppure 18 (diciotto) mesi;
  • Attività di volontariato post-laurea in qualità di pedagogista presso Enti pubblici o privati per un periodo di seicento (600) ore oppure 18 (diciotto) mesi;
  • Attività continuativa di pedagogista libero professionista oppure attività di consulenza pedagogica svolta in Enti o Istituzioni pubbliche o private per almeno un anno;
  • Frequenza di corsi di perfezionamento o di specializzazione o di formazione post-lauream organizzati da Università italiane o straniere oppure da Enti privati accreditati e riconosciuti i cui corsi siano stati riconosciuti dall'Associazione.

Art. 3

Le Commissioni esaminatrici sono nominate con delibera del Consiglio Direttivo Nazionale e sono composte da:
  1. un rappresentante del Consiglio Direttivo Nazionale o suo delegato;
  2. un membro dei Consigli Direttivi Regionali di provenienza dei candidati;
  3. uno o più Soci ordinari nominati dal Consigli Direttivi Regionali sulla base del numero dei partecipanti;
  4. un docente o ricercatore universitario di Pedagogia in qualità di Presidente della Commissione;
Le Commissioni sono nominate per aree territoriali o per raggruppamenti regionali ed il Consiglio Direttivo Nazionale può modificarne la composizione relativamente ai punti 2) e 3) sulla base del numero dei partecipanti.

Art. 4

Il Consiglio Direttivo Nazionale determina il programma, il luogo e le modalità di svolgimento della prova attitudinale almeno tre mesi prima della data fissata.

Art. 5

I Soci aderenti per essere ammessi a sostenere la prova attitudinale devono far pervenire alla Segreteria Nazionale entro il termine del 30 settembre di ogni anno (fa fede il timbro postale) apposita istanza intestata al Presidente Nazionale, redatta su carta semplice utilizzando il modulo allegato e accludendo in originale o copia autenticata ovvero dichiarazione sostitutiva ai sensi di legge, laddove richiesta, i seguenti documenti:
  1. copia del diploma di laurea in Pedagogia o in Scienze dell'Educazione quadriennale ovvero laurea specialistica o magistrale di secondo livello in una delle classi di Scienze dell’Educazione;
  2. certificato del praticantato professionale post-lauream secondo quanto specificato dall'art. 2;
  3. per i libero professionisti curriculum formativo, certificato dell'Ufficio IVA e ultima dichiarazione IVA, depennata dei relativi importi, con attività di almeno un anno;
  4. casellario giudiziario e carichi pendenti oppure dichiarazione sostitutiva;
  5. certificato cumulativo di cittadinanza e residenza oppure dichiarazione sostitutiva;
  6. ricevuta del versamento di 90 (novanta) euro effettuato sul c.c.p. 14209001 intestato ANPE-Roma per i diritti di segreteria.

La domanda deve essere spedita con raccomandata con ricevuta di ritorno a:
ANPE casella postale 13191, 00185 Roma