Login Registrazione

Riferimenti

Sei qui: ANPE > Sedi regionali > Puglia

In evidenza

Il 27/09/2011 è stato firmato tra il Direttore del Centro Giustizia Minorile della Puglia, Dott.ssa Francesca Perrini, e la Presidente dell’ANPE-REGIONE PUGLIA, Dott.ssa Luisa Verdoscia, il rinnovo del protocollo d’intesa che disciplinerà il rapporto fra i due enti per i prossimi tre anni. Il protocollo d’intesa sancisce, la possibilità per i soci dell’ANPE-REGIONE PUGLIA di poter esperire percorsi di praticantato professionale presso le strutture ed i servizi della Giustizia minorile operanti nel territorio.
  • Per ulteriori informazioni i soci interessati possono contattare la Segretaria dell’ANPE – REGIONE PUGLIA, Dott.ssa Eufrasia Capodiferro, ai seguenti recapiti: 338-4749122 o anpepugl@tin.it

PUGLIA

CENTRO FAMIGLIE TERRITORIALE SAN NICOLA

E' stata sottoscritta in data 30 settembre 2005 la convenzione per la gestione del Centro Famiglie Territoriale San Nicola.

Si tratta di un servizio sorto nel 1999 in attuazione della legge 285/97 e gestito da un'articolata rete di realtà del III settore in Convenzione con l'Assessorato ai Diritti civili e sociali del Comune di Bari.

La rete dei soggetti aventi in gestione il servizio è composta da: ANPE-REGIONE PUGLIA (soggetto capofila), Associazione Gep, Fondazione Cesar-Osservatorio per la legalità della Puglia, Cooperativa Sociale Crisi e Società Coooperativa BariuMode srl.

Il progetto è realizzato in collaborazione con: la cooperativa sociale Itaca, la cattedra di organizzazione e legislazione dei servizi sociali dell'Università degli Studi di Bari ed il Centro Territoriale di Educazione degli Adulti- distretto 010.

All'interno del suddetto servizio si svolgono diverse attività: segretariato sociale, ascolto pedagogico e tutorato educativo; percorsi di cittadinanza attiva; percorsi di educazione sanitaria; percorsi di orientamento scolastico e professionale; laboratori di mediazione culturale e sociale; sportello di consulenza legale; sportello di consulenza psicologica, sportello di consulenza pedagogica; laboratori di gastronomia, di pasticceria, di sartoria di base, di arredi natalizi, di decoupage, di decorazione, di estetica, di produzione di orecchiette, di artigianato artistico, d'identità culturale e di educazione all'imprenditorialità; attività di cineforum, di socializzazione ed aggregazione in genere; attività di promozione dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza; attività di coordinamento e raccordo con realtà territoriali e nazionali; attività di monitoraggio e valutazione del gradimento dei servizi erogati; attività di studio e teorizzazione dell'esperienza.

Il plus valore all'attività è stato determinato dalla capacità di creare, durante la prima triennalità di gestione, il primo soggetto imprenditoriale al femminile del centro storico di Bari: la Società Cooperativa BariuMode che gestisce l'unico atelier di costumi di scena presente nel sud Italia.

Ciò contribuendo a trasformare alcune delle donne che erano beneficiare delle attività del CFT durante il primo triennio, in coogestori dello stesso durante il II triennio e anche in promotrici di percorsi imprenditoriali volti a sollecitare la creazione di un nuovo soggetto imprenditoriale al femminile per la “produzione e commercializzazione di orecchiette”. Nella seconda triennalità, invece, è stata costituita la Cooperativa Sociale ProXima.

Il Centro Famiglie San Nicola è coordinato dalla Dott.ssa Eufrasia Capodiferro, coadiuvata da uno staff operativo composto da pedagogisti, assistenti sociali, assistenti sanitari, psicologi, mediatori, avvocati, sociologi, esperti laboratoriali.

Il CFT San Nicola ha acquisito in questi anni un buon credito, tanto da essere considerato in varie occasioni come esempio di “buone prassi” e attività d'interesse in simposi, organizzati sia in ambito locale che nazionale. (esp. Comune di Cava de' Tirreni, “I servizi territoriali a Sostegno della relazione genitoriale”, 31 ottobre 2003; Centro Congressi Lingotto, “Tutti i bambini hanno diritto a una famiglia”, Torino, 22-23 marzo 2004).

LE PRINCIPALI ATTIVITA'

L'ANPE-REGIONE PUGLIA ha avviato nel periodo 2002-2006 diverse iniziative fra cui:

1. l'elaborazione e la presentazione di un disegno di legge regionale per l'individuazione della figura del Pedagogista nell'ambito delle dotazioni organiche degli Enti del Servizio Sanitario Regionale;

2. l'istituzione di un gruppo di lavoro e l'elaborazione di un documento per individuare le aree di competenza ed i ruoli, compiti e le funzioni del pedagogista nell'ambito dell'assistenza sanitaria e socio-sanitaria territoriale tenendo conto dei livelli Essenziali di Assistenza;

3. l'attività di rappresentanza politica per sostenere ed ottenere la nomina di un proprio rappresentante all'interno della Commissione Regionale per le politiche sociali, istituita con l'art. 44 del disegno di legge regionale approvato in data 30 luglio 2003 recante le norme per “il sistema integrato d'interventi e servizi sociali in Puglia”;

4. la pianificazione dell'idea progettuale di un Master in “: “La progettazione pedagogica nel sistema integrato dei servizi socio-sanitari”;

5. l'avvio di numerose collaborazioni all'interno di progetti PON promossi con il Centro Territoriale di Educazione degli Adulti delle Scuole Medie: Luigi Lombardi e Quasimodo-Melo;

6. ha contribuito all'elaborazione del Piano di Azione locale dell'area jonico-salentina;

7. ha partecipato al tavolo di partnariato “inclusione sociale e salute” promosso dalla Regione Puglia sollecitando l'elaborazione di un “Repertorio delle Professioni sociali e socio-sanitarie”;

PROGETTI EQUAL E SLALOM

L’ANPE e l’ANPE-REGIONE PUGLIA nell’ambito del progetto Equal: Donne, Media e Telecomunicazione”, a titolarità della Provincia di Lecce attuato in partnership con numerose e qualificate realtà: Tecnopolis Csata Nova Ortus, Rete Exxa onlus, Mixer Media Managment, Università degli Studi di Lecce, Arcidonna di Palermo hanno attuato sette cicli di formazione per “Animatori di conciliazione”, nel periodo marzo 2003-giugno 2004.

Nelle città di Lecce, Tricase, San Foca e Bari sono state formate figure, che in quanto appartenenti ad organizzazioni di varia natura: sindacati, centri territoriali per l’impiego, amministrazioni locali, terzo settore, organismi di parità, ecc… ricoprono ruoli strategici per promuovere la reale applicazione della legge 53/2000 (“Disposizioni a sostegno della maternità, della paternità, per il diritto alla cura e alla formazione e per il coordinamento dei tempi delle città”). Legge per la quale sono previsti ingenti finanziamenti inutilizzati o sottoutilizzati.

Obiettivi perseguiti

  • È stata completata l’attività di formazione;
  • sono stati sottoscritti n° 39 protocolli d’intesa con le organizzazioni di appartenenza dei corsisti del I e II ciclo;
  • è stato sottoscritto un quaderno degli impegni con PS del Veneto, della Lombardi e del Piemonte per trasferire prodotti e metodi di lavoro;
  • è stata presentata una proposta di legge regionale per “La disciplina dell’attività degli Animatori di conciliazione vita-lavoro”;
  • è stata elaborata una proposta di legge regionale su: “Il governo dei tempo e dello spazio urbano”;
  • è stata insediata nella città di Lecce la “I cabina di regia territoriale sui temi delle pari opportunità e delle politiche di conciliazione”;
  • è stata insediata nella città di Bari (presso la Commissione Regionale Pari Opportunità) “La II cabina di regia territoriale sui temi delle pari opportunità e delle politiche di conciliazione”;
  • è stato insediato, presso il Centro Famiglie Territoriale San Nicola (servizio legge 285/97) un “atelier di progettazione partecipata su PO e CVL” nel periodo settembre 2004-2005;
  • è stato insediato , presso il Centro Famiglie Territoriale San Nicola (servizio legge 285/97) uno “Sportello di politiche di conciliazione” a decorrere dal 7 novembre 2005;
  • sono stati elaborati 14 microprogetti settoriali;
  • è stato prodotto un cd di autoapprendimento: “Conciliazione Vita e lavoro e decremento del digital divide. Buone prassi Equal per la formazione di agenti di cambiamento sociale”;
  • è stata elaborata la sezione n° 4 della “Guida alla concertazione di politiche di Pari Opportunità e conciliazione vita e lavoro”;
  • è stata costituita in data 21 novembre 2005 la Cooperativa Sociale ProXima (risultano soci alcuni dei corsisti del I e II ciclo sede di Bari).

Sottoscritti altresì protocolli d’intesa con la Comunità Montana del Grappa e con una cordata di realtà multiregionali.

Le varie iniziative svolte sono state presentate nella: Rassegna Expo Scuola 2003 svoltasi a Padova nell’ottobre 2003, al Forum Europeo per la promozione delle Pari Opportunità svoltosi a Venezia nelle giornate del 15 e 16 novembre 2003 ed in diversi scambi transnazionali con le realtà partners tedesche, spagnole ed austriache avvenuti a Monaco, Lecce ed in Estremadura in Spagna.

LA COOPERATIVA SOCIALE PROXIMA

E' il nuovo soggetto giuridico nato a corollario delle attività svolta dall'ANPE e dall'ANPE REGIONE PUGLIA all'interno del Centro Famiglie Territoriale San Nicola.

Ogni ulteriore informazione può essere attinta esplorando il sito opportunamente dedicato: www.proximanet.org.